L’associazione svizzera animazione socioculturale infanzia e gioventù (DOJ) chiede nuovamente alle autorità di permettere ai giovani e ai giovani adulti fino a 25 anni di accedere ai centri giovani senza certificato COVID. L’80% dei centri specializzati interpellati dal DOJ devono attualmente respingere i giovani a causa di questa restrizione. Questo colpisce più del 40% dei giovani di età superiore ai 16 anni. Di conseguenza, molti giovani non sono più disponibili al sostegno, per esempio nella transizione al lavoro, e hanno perso uno spazio libero importante, accompagnato e protetto. Questa offerta extracurricolare di base deve essere facilmente accessibile a tutti i giovani.

Comunicato stampa, 18.11.2021 – in francese e tedesco

Pin It on Pinterest