Dal 13 settembre 2021, per le persone dai 16 anni in su è obbligatorio presentare un certificato Covid in svariati ambiti della vita pubblica. Questa misura ha tenuto poco conto della situazione e dei bisogni dei bambini e dei giovani. L’obbligo di possedere un certificato porta nuovamente a restrizioni significative alla vita dei giovani a partire dai 16 anni. A causa del regolamento attuale, i servizi dell’animazione socioculturale dell’infanzia e della gioventù, che fanno parte dei servizi fondamentali per questi gruppi target, si vedono costretti a escludere molti giovani dai 16 anni in su dai loro programmi o devono spostare le loro iniziative in spazi esterni.

Il DOJ ha trasmesso al Consiglio Federale delle raccomandazioni su come prendere meglio in considerazione i bisogni dei bambini e dei giovani nella strategia globale per affrontare la crisi del coronavirus.

Comunicato stampa

Raccomandazioni complete

Pin It on Pinterest